Ovosodo

Capita così certe mattine, mi sveglio con un grumo di malinconia altezza cuore, non ho voglia di parlare con nessuno. Non ho quasi mai voglia di parlare al mattino, ma certi giorni un po’ di più. Forse è anche colpa della pioggia che tinge di novembre i primi vagiti di questo maggio. Ho tanti motivi per sorridere, su tutto un’attesa di quelle che riempiono il cuore, che ti fanno sperare, ma va così, accetto questo momento.
Mi sono svegliata, dicevo, occhi sbarrati nel letto, nessuna voglia di uscire, solo il senso del dovere mi ha smossa verso i soliti riti, colazione, doccia, preparazione per l’ufficio. E mentre il tram faceva scorrere Milano e ombrelli al di là degli occhiali, il mio Ipod riempiva le orecchie di musica casualmente perfetta per coccolare la malinconia. Quella che ti fa sentire un tuffo al cuore come gli incontri buoni, quelli che non ti aspetti, ma sei felice di fare. “Ma piove il cielo sulla città, tu con il cuore nel fango”: con precisione chirurgica le parole fanno da specchio all’anima e alla sua inquietudine. Cerco di dare un nome a questa sensazione, credo sia paura. Paura anche di qualcosa di bello ma difficile, bello ma sconosciuto, bello ma con grosse domande per quel che sarà e come potrò affrontarlo quel “forse sarà”.
Stacco i pensieri, continuo a percepire l’ovo sodo che sta lì e non si muove.
Forse stasera andrà meglio, sabato andrà meglio comunque, lo so.
E nella testa tuonano parole da quel film, mi sembra sia tutto qui:

“Chi lo sa, forse sono rincorbellito del tutto, o forse sono felice… a parte quella specie di ovo sodo dentro, che non va né in su né in giù, ma che ormai mi fa compagnia come un vecchio amico…”
 
“Dice che la malinconia non è altro che una forte presenza nel cervello di un neurotrasmettitore che si chiama serotonina. E succede che si ciondola come foglie morte e un po’ ci si affeziona a questo strazio e non si vorrebbe guarire più”
Dal film “Ovosodo” di Paolo Virzì
Advertisements

14 thoughts on “Ovosodo

  1. B. Polare May 10, 2016 at 11:58 am Reply

    Volevi solo scrivere e fortuna che lo hai fatto. Hai espresso un pensiero, un sentimento comune (nel senso di condiviso) e citato un film che mi fa sempre sentire a casa, ogni volta che lo guardo.

    • LaLetteraVi May 10, 2016 at 12:31 pm Reply

      grazie 🙂 leggere o scrivere sentimenti condivisi credo sia il senso del blog, per me. o almeno uno dei.

  2. rodixidor May 10, 2016 at 5:48 pm Reply

    Conosco le mattine come quella che hai saputo mirabilmente descrivere.

    • LaLetteraVi May 10, 2016 at 7:47 pm Reply

      Onorata. Anche se spererei fosse meno condivisa come sensazione.

  3. szandri May 11, 2016 at 6:37 am Reply

    La malinconia è bella, anche se stringe il cuore… per questo ogni tanto lasciamo che ci coccoli. 🙂

    • LaLetteraVi May 11, 2016 at 7:32 am Reply

      si dice che noi salentini siamo un po’ i brasiliani d’italia per questa saudade che ci accompagna sempre, sfondi una porta aperta 🙂

      • szandri May 11, 2016 at 7:56 am

        Saudade 🙂 una delle parole più belle

  4. Claudio Turri May 11, 2016 at 9:57 am Reply

    “leggere o scrivere sentimenti condivisi…”, collego subito alle pagine che sto leggendo “…l’arte è una sorta di sogno condiviso socialmente: affonda nel mondo onirico, dell’inconscio, dell’indicibile, ma non resta, come i sogni notturni, proprietà privata. Diventa invece scambio sociale, comunicazione tra persone, costruzione congiunta di significati, risonanze tra individui-culture-tempi differenti…”. Allora: evviva i blog !

    • LaLetteraVi May 11, 2016 at 10:11 am Reply

      evviva l’arricchirsi attraverso lo scambio, il confronto e questa cosa è molto favorita dalla scrittura dei blog. questo mi piace tantissimo.

      • Claudio Turri May 11, 2016 at 10:13 am

        si, i blog inoltre sono “lenti”, per questo consentono un vero arricchimento, a differenza di tutto ciò che scorre troppo rapidamente e desensibilizza…

  5. Fedifrago ® May 15, 2016 at 9:04 am Reply

    Da un paio d’anni le mie mattine sono quasi sempre così ….e a volte mi concedo il lusso di restare a casa e crogiolarmi nell’indolenza. Poi il mio avatar mi scuote, ed il pomeriggio torno a lottare.
    Guardando dentro i tram mentre gli passo accanto

    • LaLetteraVi May 16, 2016 at 12:18 pm Reply

      ti saluterò passando 🙂 e saluterò il tuo ovosodo.

  6. Simone, quello di @purtroppo May 16, 2016 at 11:51 am Reply

    Quel film me l’ero perso (vedendone qualche parte in televisione, inciampandoci quando era quasi finito). L’ho visto un paio di mesi fa e l’ho amato.
    “Tu non fare questo errore, vivi sempre del momento, cogli i fiori e tanto amore…” (Ma questa è un’altra canzone)

    • LaLetteraVi May 16, 2016 at 12:20 pm Reply

      avrei bisogno di una scuola che mi insegnassse a non farlo quell’errore. oggi più di altri giorni.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Confessioni di una falena

(ma prima ero un vampiro)

Sciorteils

Mi garba scrivere racconti brevi. Dove meglio di qui, che non rompo i coglioni a nessuno?

AGRUMI

Spremute acide di una viaggiatrice sentimentale

io ricomincio da me

e ora siamo in 3...

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Pronti per cambiare il mondo

Druid Earyn - Pronti per cambiare il mondo

spinadirosa

non avere le idee chiare è un buon inizio per la conoscenza

Willy Worka

Lavorare all'estero non è mai stato così facile

alcuni aneddoti dal mio futuro

da grande voglio fare lo scrittore americano

DEMIAN

[Io ero un parto della natura lanciato verso l'ignoto, forse verso qualcosa di nuovo o forse anche verso il nulla, lasciare che si sviluppasse dal profondo, obbedire al mio destino e far mia la sua volontà, questo era il mio compito.] Hermann Hesse

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Le storie sono ovunque

E gli altri che fanno? Sono normali?

Le mille e una Tavola

Autobiografia culinaria

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

CULTURA SALENTINA

Rivista di pensiero e cultura meridionale

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Music For Travelers

One good thing about music, when it hits you, you feel no pain (Bob Marley)

adoraincertablog

...un messaggio in bottiglia....

Ali di Velluto

per non perderla, falla tua per sempre

il bisogno di scrivere

Scrittore è chiunque scrive

Dovesei

Come What May

Diario di un ninfomane per bene

Calcoli di una mente intollerante alla matematica

intorno

omerico, isterico, generico, chimerico, clisterico

Prigioniera_Del_Deserto

Portate Acqua per i miei Vasi Sanguigni

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Willyco

in alto, senza parere

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

MM - MERIDIAN MAURA

MM - Meridian Maura, un nuovo stato mentale al di là di ogni tradizionale linea di longitudine. Dopo tutto il fuso orario è solo un'illusione.

mammagisella

Mi nascondo in un blog da mamme per dire cose anche da non mamma

settembre

(come la sabbia del mare che si appiccica alle gambe)

Milano svelata

la città svelata a chi non la conosce ....ma anche senza veli

Pirofobia

Tutte le parole che non ho detto.

Il blog di Sevy

Lancio banane al di là delle staccionate

FEDIFRAGO ®

NIHIL CONSCIRE SIBI, NULLA PALLESCERE CULPA

orearovescio

scrivere è entrare nelle ore a rovescio

m3mango

Se vieni, è il miglior apprezzamento.

A Regola d'Arte!

spazio dedicato a tutti coloro che amano o odiano l'arte

MrsBean. pensieri e vita da mrsbean.

Pensieri di una diversamente giovane. Margherita Penza.

uaresovain

u probably think this blog is about u

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

baciati dall'ansia

Gente con più capelli che anima.

Occhi al futuro

Viviamo il presente per costruire in esso il nostro futuro

The Moment Between Moments

I'm always looking for the perfect moment..with photography I can make it last forever

%d bloggers like this: